Cultural crossovers: creating current Pop music

Make way for the modern, globalized pop scene which features collaborations from artists ranging from English pop to K-pop and Latino pop genres. For a long time, the global pop industry has been dominated by hits released by English or American artists. However, today’s top global hits is experiencing more language and genre diversity as a result of globalization and growing online social platforms such as YouTube, Spotify, Apple Music, etc.

Kimmy Stewart

Cos’è peggio per l’ambiente: musica in streaming, CD o vinili?

Global strike for future, lotta contro l’inquinamento e sviluppo sostenibile: sono questi i punti di partenza della ragazzina svedese appena sedicenne Greta Thunberg, simbolo mondiale della protesta contro i cambiamenti climatici. Nella giornata del 15 marzo scorso, milioni di persone sono scese nelle piazze di tutto il mondo per scioperare e sensibilizzare la comunità e i governi dell’imminente emergenza che riguarda la Terra, sfoggiando lo slogan #fridaysforfuture.

Federica Alesi

BSMA meets: Jack Savoretti

Incontro Jack Savoretti a Milano, durante la presentazione del suo sesto album Singing To Strangers, un inno all’italianità romantica – cantato in inglese. Un abbraccio e una morbida giacca scamosciata distendono immediatamente l’atmosfera, mettendomi subito a mio agio persino accanto ad un cantautore italo-britannico che ha aperto il concerto di Bruce Springsteen.

Elena Pellizzari

Thegiornalisti @ Assago Forum, Milano

Avete mai notato che in alcuni casi la qualità del lavoro di un artista è inversamente proporzionale al successo che riscuote? Non c’è nulla di oggettivo in tutto questo: semplicemente, per il solo fatto di avere un pubblico più ampio, si può passare dall’essere artisti emergenti ad artisti commerciali in un nanosecondo. Questo trade-off mi è stato chiaro grazie alle reazioni delle persone nel sapere che sarei andata ad ascoltare i Thegiornalisti al Forum di Assago. Da una parte c’ero io, con il fervore che solo l’idea di un concerto sa dare, e dall’altra il mio interlocutore, che, almeno nella metà dei casi, prima rimaneva un po’ interdetto (“Seriamente hai deciso di spendere i tuoi soldi così?”) e poi si lasciava andare ad un sorriso (“Contenta tu”).

Caterina Cinquesanti

ALBUM REVIEW: Murubutu – Tenebra è la notte

Nel panorama musicale italiano che riguarda il rap e l’hip hop ci sono numerose figure interessanti: una di queste è il reggiano Murubutu, nome d’arte di Alessio Mariani. Alcune delle caratteristiche principali che contraddistinguono l’opera di Murubutu e che lo rendono un artista originale ed unico nel suo genere sono:

Il legame indissolubile che traspare dai testi tra la sua musica e discipline quali l’arte, la letteratura, la filosofia, la storia.
La straordinaria abilità nello storytelling, con cui l’autore è capace di dipingere quadri narrativi credibili ed emozionanti.
Il ricorso a termini e citazioni ricercate e specifiche, che denotano un’esigenza espressiva di tipo didascalico.

Emanuele Mantia

ALBUM REVIEW: Dream Theater – “Distance Over Time”

The king of the progressive metal community Dream Theater’s 14th studio album “Distance Over Time” is one of the most intriguing albums of their career. Since the drummer Mike Portnoy has left the band, they had some hard times to find their style. They had a great substitute with Mike Mangini, who is one of the most “technical” drummers in the world, but they had mixed reviews for his performances in the last albums. His drum sound was considered a bit robotic and most of the critics said that he is not able to play as “soulful” as Portnoy. They also didn’t make really heavy albums with Mangini as they did with Portnoy. In a way, this album is a test for Mangini’s writing skills and his contribution to the band.

Umut Onuralp Polat