ALBUM REVIEW: Murubutu – Tenebra è la notte

Nel panorama musicale italiano che riguarda il rap e l’hip hop ci sono numerose figure interessanti: una di queste è il reggiano Murubutu, nome d’arte di Alessio Mariani. Alcune delle caratteristiche principali che contraddistinguono l’opera di Murubutu e che lo rendono un artista originale ed unico nel suo genere sono:

Il legame indissolubile che traspare dai testi tra la sua musica e discipline quali l’arte, la letteratura, la filosofia, la storia.
La straordinaria abilità nello storytelling, con cui l’autore è capace di dipingere quadri narrativi credibili ed emozionanti.
Il ricorso a termini e citazioni ricercate e specifiche, che denotano un’esigenza espressiva di tipo didascalico.

Emanuele Mantia

PAOLO FRESU, LA SARDEGNA E LA MUSICA: REALTA’ CHE UNISCONO

In un’università prevalentemente a stampo economico-giuridico talvolta potrebbero mancare gli incontri con l’arte e, nella specie, con la musica; ma oggi, 1 Marzo 2018, non è stato così. Uno dei più grandi trombettisti sul panorama non solo italiano, ma anche internazionale, è arrivato oggi da Bologna in aula Perego, affrontando la tempesta di neve che imperversava per parlarci del suo rapporto con la musica, con l’essere artista, con la sua terra e con il mondo del jazz, più alla portata della gente di quello che si potrebbe credere.

Anna Zanoni

How Big, How Blue, How Florence.

Quando i Florence + The Machine vengono dalle nostre parti non passano mai inosservati. È stato così a Dicembre scorso, quando hanno illuminato il Mediolanum Forum di Assago (Milano) con un memorabile live a cui noi di BSMA abbiamo avuto la fortuna di partecipare, sarà sicuramente così Mercoledì 13 Aprile alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bologna) e Giovedì 14 al Pala Alpitur di Torino.

di Samantha Montesarchio

Seconda chance per i Big di Sanremo!

La Fornaciari merita una menzione, e non si tratta di buonismo. Molte canzoni parlano (come sempre) di un amore troppo terreno e statico: ok che “il primo amore non si scorda mai”, ok che “infinite volte ho detto”, ok che “tu mi dirai”, ma c’è anche necessità di un punto di vista più innalzato. Irene ha portato una ventata di poesia concettuale in mezzo a questo tripudio di venialità fatta di io e te: metafore, suoni, immagini suggestive e colori, in particolare uno.

Autori: Gabriele D’Arrigo, Alessandra Favaro, Giulia Mazzella, Lorenzo Mattiello, Alessandra Giorgi

Ermal

Sanremo giovani: primo round!

Inizio col botto quello di ieri sera con un’inaspettata Chiara dello Iacovo che esordisce con un brano dal sapore “aglio, olio e peperoncino”, in perfetta sintonia con la sua personalità. Inizialmente più composta di un manichino, la cantante si è lasciata presto andare divertendo il pubblico con una performance che ci sorprende in positivo. Apparentemente introversa, ma più profonda di tante sue coetanee, Chiara supera alla grande la prima prova sul palco dell’Ariston.

di Giulia Mazzella